Rotte Pontine

catamarano più barca a vela

Area di navigazione

Isole Pontine (Ponza, Palmarola, Zannone, S.Stefano, Ventotene)

Luogo di imbarco/sbarco

Ponza (per gruppi coordinati è possibile pianificare l’imbarco a Anzio o Formia)

Periodi

Giugno, Luglio, Settembre

Isola di Ponza

Isola di Palmarola

Isola di Zannone

Isola di Santo Stefano

Isola di Ventotene

Ecco di seguito un pò di proposte per Maggio, Giugno e Luglio e settembre su Flash. Di norma Flash é già a Ponza e si raggiunge da Anzio, Formia e Terracina. Per gruppi coordinati è possibile pianificare con lo Skipper l’imbarco ad Anzio, al Circeo o a Formia, facilmente raggiungibili da Roma Termini con circa un’ora e venti minuti di treno. Le Isole Pontine, di origine vulcanica, sono al centro del Mar Tirreno, di fronte alla costa del Lazio. L’arcipelago è composto da Ponza, Ventotene, S.Stefano, Palmarola e Zannone (queste ultime 3 sono disabitate). Nei weekend, venerdì domenica si visitano Ponza e Palmarola.
Ponza
PonzaL’isola di Ponza è tra gli approdi più interessanti e belli del Mediterraneo. L’arrivo è reso accogliente dalle case color pastello e da un passeggio veramente chic e al tempo stesso originale, dove le attività dei pescatori ancora regolano il ritmo del paese. Ponza è senza dubbio una meta tra le più ambite per bellezza dei fondali e la vita serale. La costa è quasi ovunque rocciosa, ripida e frastagliata e si alterna a poche splendide spiagge. I fondali sono ricchi di flora e fauna marina e i colori del mare diventano straordinari nei diversi periodi dell’anno. Quest’insieme di caratteristiche naturali, la storia dell’isola e il divertimento a terra la rendono meta molto desiderata.
Palmarola
PalmarolaPalmarola è senza dubbio da apprezzare per la solitudine, il silenzio e la meraviglia delle sue acque trasparenti e profonde. L’isola è ormai riserva naturale protetta. Nelle sue baie è possibile assaporare il fascino incontrastato della natura, fare una sosta giornaliera, magari con notte in rada, approfittando del mattina per un bagno rinfrescante.
Zannone
zannone1L’isola di Zannone è la più settentrionale delle Isole Ponziane, e per estensione (0,9 km²) la terz’ultima dell’arcipelago (più piccole sono Santo Stefano e Gavi). Sede di un monastero cistercense di cui restano importanti ruderi, in passato era abitata solo nel periodo estivo dai due guardiani del faro, situato sull’estremità settentrionale dell’isola (Capo Negro). In seguito il faro è stato automatizzato, rendendo superflua la presenza di guardiani. Dal 1979 l’isola è stata ricompresa nel Parco Nazionale del Circeo, data la sua rilevanza naturalistica. L’isola è visitabile ma non è permesso il pernottamento.
Santo Stefano
santo-stefanoSanto Stefano è una piccola isola che, come il resto dell’arcipelago, ha origine vulcanica ed ha una forma circolare di meno di 500 metri di diametro, con un’estensione di circa 27 ettari. Al momento l’isola è disabitata, ma è possibile visitarla via mare. L’unico edificio presente sull’isola è un carcere (“edificio circolare”) con 99 celle, fatto costruire nel periodo borbonico (circa 1794-95) da Ferdinando IV ed in uso fino al 1965.
Ventotene (almeno 4 giorni - 3 notti)
ventoteneVentotene è la più piccola e abitata isola dell’Arcipelago Pontino e si trova a metà strada tra Ponza e Ischia. L’isola è particolarmente tranquilla e lontana dal caos cittadino ed è totalmente immersa nello spettacolo naturale di un mare davvero cristallino. L’antico Porto Romano, con il suo molo e le sue bitte scavati direttamente nella roccia vulcanica, è una meta da non perdere.
Share This
WhatsApp chat